Zend - The PHP Company


Zend svela la soluzione la soluzione end-to-end che abilita l’approccio “mobile first” per lo sviluppo di applicazioni

La nuova suite di proposte permette la creazione rapida di applicazioni mobile connesse all’ambiente cloud

ZendCon 2012, Santa Clara, Californie – 23 ottobre 2012 - Zend, the PHP Company, oggi ha svelato un approccio end-to-end che permette alle organizzazioni e ai singoli sviluppatori di creare applicazioni di generazione futura per dispositivi mobili connesse al cloud. Oggi alla ZendCon, il più grande raduno della comunità PHP, Andi Gutmans, CEO di Zend Technologies, ha parlato di come Zend aiuterà le imprese ad adottare l’approccio “mobile first” per lo sviluppo delle loro applicazioni.

“Il mobile sta avendo un impatto significativo sulle modalità con cui le aziende devono interagire con il loro pubblico di riferimento” ha detto Gutmans. “E la conseguenza è che il business sta premendo sui leader dello sviluppo per ripensare il loro approccio al mobile, ovvero come implementare un insieme flessibile di servizi mobili back-end. Il nostro obiettivo è quello di fornire un approccio migliore e più produttivo in modo da fornire agli sviluppatori uno strumento per rispondere velocemente a questa richiesta di applicazioni mobile di generazione futura.”

Il mobile è cruciale per le aziende

La creazione di applicazioni per dispositivi mobili è già una priorità massima per il business. Nei prossimi tre anni “lo sviluppo di applicazioni mobile sorpasserà i progetti PC secondo un rapporto di 4 a 1, ” riferisce Forbes [1]. Poiché si stima che il numero di dispositivi mobili presenti nel mondo entro il 2015 [2] sarà di 7,5 miliardi, le aziende dovranno necessariamente affrontare questa enorme base di utenti.

Mobile first: il nuovo standard per le applicazioni
Le aziende, per essere al passo con i tempi, devono adottare una strategia “mobile first” che affronti le realtà dello sviluppo di applicazioni moderne:
  • Le applicazioni composite sono la regola. Le applicazioni del giorno d’oggi hanno l’esigenza di combinare il contesto individuale (compreso ciò che un dispositivo mobile conosce del suo utente, per esempio la localizzazione geografica) con l’input personalizzato da sistemi back-end multipli (per esempio il software corporate che è fornito come servizio cloud) e le potenziali informazioni delle piattaforme ‘social’. Questo tipo di architettura composita con un back-end mobile lato server e un interfaccia utente al lato client, si presta particolarmente a un’infrastruttura basata su servizi cloud con API.
  • La progettazione di interfacce per dispositivi mobili è una priorità. La progettazione di interfacce per il mobile ora deve essere centrata sugli elementi tattili e sensoriali dei dispositivi mobili e non deve essere focalizzata su sistemi di input come mouse e tastiera. Comunque, anche supportare l’esperienza del cliente in ambienti relativi a dispositivi nativi multipli, dal testing allo sviluppo e alla gestione, sta diventando sempre più complessa e impegnativa. Molte aziende non possono affrontare il supporto per una pletora di differenti dispositivi. Ci sono grandi vantaggi ad adottare standard aperti basati sull’interfaccia lato client (Javascript o HTML5) estesi per supportare l’ accesso alle funzionalità native di un dispositivo mobile.
  • Gli utenti sono una parte essenziale nel processo di progettazione. Un’azienda non può realmente perfezionare l’esperienza utente ‘mobile’ fino a che l’applicazione non è in mano all’utente stesso. Quindi è essenziale per una organizzazione rilasciare aggiornamenti incrementali con modalità agili, altamente iterative e naturalmente anche di grande qualità. Questo pone una pressione ulteriore nei rapporti già tesi fra i team di sviluppo e quelli operativi. Strumenti di sviluppo e funzionalità per la gestione delle applicazioni che permettano collaborazione fra questi team sono fondamentali. Per esempio, quando si verifica una situazione in cui è necessario rilevare e risolvere un problema in tempo reale, le aziende hanno bisogno di piattaforme applicative che abilitino entrambi i lati, in modo che si osservino e si condividano le stesse informazioni.
Il cloud e il mobile sono interdipendenti
Sta diventando evidente che il back-end delle applicazioni per dispositivi mobili sarà eseguito in predominanza nel cloud e questo dovuto alla natura composita delle applicazioni stesse che accedono a sorgenti di dati multiple, inoltre sono fondamentali l’esigenza di sviluppo agile per un approccio “mobile first” e l’elasticità richiesta per rispondere alla domanda fluttuante che dipende dal numero dei dispositivi mobili.

“Noi crediamo che la combinazione di tecnologie web aperte lato client (come JavaScript e HTML5) congiunte con PHP, il linguaggio più popolare per lo sviluppo lato server in the cloud, possa essere unificante e possa far balzare in avanti il processo di semplificazione nello sviluppo di applicazioni per dispositivi mobili,” ha detto Gutmans. “Zend fornisce gli strumenti end-to-end, i componenti framework e le risorse runtime e di gestione che permettono agli utenti di costruire un nuovo tipo di applicazioni mobile connesse al cloud in modo più semplice e veloce.”

PHP è già stato scelto ampiamente per le applicazioni cloud e mobile. Un sondaggio recente che ha coinvolto oltre 3.000 sviluppatori [3], ha rivelato che il 63% di loro sta già sviluppando applicazioni in the cloud . Inoltre un altro sondaggio di UBM sui decision maker legati alla tecnologia aziendale [4] ha mostrato che il 60% delle applicazioni PHP sono sviluppate con finalità business-critical. Velocità in fase di sviluppo, semplicità nel lavoro in the cloud, tempi brevi di apprendimento per i nuovi sviluppatori e alte prestazioni sono state le motivazioni principali per cui i livelli decisionali della azienda hanno preferito PHP ad altri linguaggi.

La soluzione applicativa mobile end-to-end di Zend
  • Creazione di servizi cloud drag and drop. Zend Studio permette agli sviluppatori di assemblare in modo visuale servizi cloud complessi (API) e connetterli facilmente tra loro al codice lato client. Questi strumenti visuali sono costruiti per trarre il massimo vantaggio da Zend Server Gateway, un nuovo componente Zend rilasciato in versione beta, che permette funzionalità back-end mobili tra le quali l’autenticazione di servizi cloud, il filtraggio, la validazione e l’esecuzione della logica di business.
  • Piattaforma per applicazioni cloud elastica e fault tolerant. La nuova generazione di Zend Server, la piattaforma numero uno per applicazioni PHP commerciali, dispone di un ambiente fault-tolerant e scalabile per il back-end mobile. Coloro che hanno un abbonamento a Zend Server ottengono anche il supporto completo per Zend Server Gateway come parte integrante del loro abbonamento. Inoltre Zend Server permette la visibilità fra il team di sviluppo e quello operativo per tutto ciò che riguarda la collaborazione relativa alla prestazione delle applicazioni e al rilevamento degli errori. Zend Server è supportato in molti ambienti cloud pubblici e privati come Amazon, RackSpace, VMware, IBM e Red Hat OpenShift.
  • Sviluppo semplificato di interfacce grafiche per dispositivi mobili. La nuova versione di Zend Studio, il principale IDE usato dagli sviluppatori PHP, include da ora funzionalità di tipo WYSIWYG che permettono a uno sviluppatore di assemblare prototipi di interfacce per applicazioni mobili in poche ore, mentre prima con procedure manuali si impiegavano giorni. Questo approccio drag and drop genera in output gli standard HTML5 e jQuery Mobile che possono essere facilmente modificati o estesi. Inoltre è da sottolineare una più stretta integrazione con Apache Cordova che permette l’accesso alle funzionalità e risorse di dispositivi nativi e facilita la pacchettizzazione di applicazioni per la distribuzione in vari app store.
“Frustrate dalla necessità di costruire e testare applicazioni native su ogni piattaforma e dispositivo, molte aziende stanno riconsiderando le alternative legate ai servizi cloud,” ha detto Stephen O'Grady, analista di RedMonk. “Zend, con i suoi strumenti all'altezza, intende fornire agli sviluppatori PHP un mezzo per costruire applicazioni mobili di generazione futura.”

Ulteriori informazioni sulle soluzioni Zend relative allo sviluppo mobile possono essere reperite all’indirizzo www.zend.com/mobile.

I tre prodotti citati nell’annuncio odierno sono immediatamente disponibili in versione beta e possono essere scaricati da www.zend.fr. Zend Studio 10 http://www.zend.com/it/products/studio/studio-10-beta, Zend Sever 6 http://www.zend.com/it/products/server/server-6-beta, e Zend Server Gateway proposent aux entreprises une solution innovante pour créer des applications mobiles avec des technologies ouvertes, utilisant le Cloud comme back-end mobile.

Zend Technologies :
Zend collabora con differenti realtà di business per concorrere nel delivery di applicazioni moderne sia mobile che cloud. Fondata nel 1999, Zend ha contribuito a diffondere e a consolidare PHP, il linguaggio che viene utilizzato da più di un terzo dei siti web di tutto il mondo. Zend è il punto di riferimento per tutto ciò che riguarda il software e i servizi per sviluppare, effettuare il deployment e per gestire applicazioni business-critical PHP. I prodotti Zend, tra cui Zend Server e Zend Studio, sono leader del segmento PHP e sono utilizzati da più di 40.000 aziende nel mondo, tra le quali NYSE Euronext, BNP Paribas, Bell Helicopter, France Telecom e molti altri brand molto autorevoli e famosi. Per saperne di più sulle soluzioni Zend visita : www.zend.com.

Note
[1] Forbes, “The Latest Infographics: Mobile Business Statistics for 2012,” May 2012.
http://www.forbes.com/sites/markfidelman/2012/05/02/the-latest-infographics-mobile-business-statistics-for-2012/
[2] EPM Channel, “Mobile Business Statistics for 2012,” May 2012.
http://www.epmchannel.com/2012/05/11/mobile-business-statistics-for-2012/
[3] “Zend Developer Pulse”, June 2012. http://static.zend.com/topics/zend-developer-pulse-survey-report-Q2-2012-0612-EN.pdf
[4] UBM TechWeb and Zend, “The State of PHP in the Enterprise,” June 2012.
http://www.zend.com/en/community/state-of-php-in-the-enterprise

 ###
Per contatti o informazioni:
Christophe Chervy
+33 1 48 55 02 02
christophe@zend.com